Dormire in aeroporto? Why not

Accedi per votare

Life Hacks: sentirsi rigenerati in aeroporto!

Avete presente quando vi ritrovate in aeroporto troppo in anticipo o dovete aspettare diverse ore a causa di uno scalo? Questa potrebbe essere la soluzione al vostro problema!

I “Capsule hotel“, conosciuti anche come “sleeping pods” sono delle cabine situate negli aeroporti, o in prossimità di questi, nelle quali è possibile riposarsi e tirare un po’ il fiato dalla frenesia e dal solito traffico aeroportuale. Queste cabine sono un’ idea fantastica, perché sono state progettate proprio sulla base di esigenze che accomunano tutti i viaggiatori, come ad esempio la rapidità nel fare il check-in/out o riposarsi in un luogo che non abbia troppe distrazioni e optional inutili. La parola chiave infatti è essenzialità, dato che generalmente questi luoghi mettono a disposizione un letto, una doccia(che spesso è comune), degli schermi con gli orari dei prossimi voli, una zona lounge e un luogo di ristoro (anch’essi comuni).

zzzleepandgo zzzleepandgo

I più famosi in Italia sono quelli di Orio Al Serio, Malpensa e Napoli Capodichino; tutti gestiti da startup, che sono rispettivamente ZZZlepandgo e Benbo, le quali hanno importato all’interno le ferree regole derivanti dal sistema giapponese (come ad esempio il silenzio assoluto).

Gli “start-upper” però sanno bene quanto sia importante il poter lavorare “everywhere in the world”, quindi hanno inserito all’interno di ogni cabina un tavolo e il wifi, con i quali è possibile lavorare sentendosi come a casa. Pensate che bello! Ho 5 ore di scalo e vado a riposarmi un po’ in un comodo letto, senza dovermi “spaccare” la schiena su sedie o per terra.

Oh Giappone, quanto sei avanti…

I Giapponesi avevano capito circa negli anni settanta l’importanza e la convenienza nell’offrire uno spazio creato su misura per l’ospite esattamente dove gli serviva. Infatti il primo hotel a capsule fu inaugurato nel ’79 ad Umeda, nel distretto di Osaka, con il nome di “Capsule Inn Osaka” e passare una notte li costava solo 1600 Yen ( intorno ai 13€ !!).

Capsule Inn Osaka

Per curiosità, in terra Nipponica, questa tipologia di hotel è letteralmente esplosa nel corso degli anni; tant’è che ne possiamo trovarne di qualsiasi tipologia e prezzo. Ad esempio c’è la catena dei “9h” dove ogni ambiente è curato come in un film futuristico ed esiste un tempo massimo per ogni cosa.

Sul sito ufficiale del 9h potete trovare spiegata bene tutta la loro filosofia sulle persone in relazione alla loro proposta di soggiorno

 

Attualmente i prezzi proposti per queste soluzioni non sono aumentati rispetto a qualche anno fa ma  in Italia il prezzo a notte è tra i più cari del mondo considerando tra l’altro che si tratta di prefabbricati . Comparando i prezzi italiani con quelli giapponesi possiamo notare che nel Bel Paese costa il doppio.

  • ITALIA: CIRCA 50/60€ A NOTTE
  • GIAPPONE: CIRCA 20/30€ A NOTTE

La cultura di questi spazi sta crescendo sempre di più e adesso possiamo trovarli in quasi tutti gli aeroporti delle più famose città del mondo. Secondo me vale la pena almeno una volta nella vita provarne uno, anche solo per curiosità; in fondo rappresentano il futuro e l’innovazione riguardo la concezione del quotidiano.

Buon viaggio a tutti i Jackies verso il vostro prossimo sogno da parte di Ale 😉

Get involved!

Get Connected!

Un unico account, diverse funzionalità inerenti ai viaggi!

Commenta

No comments yet